Natale

Albero di Natale Vero? Ecco l’Abete Nordmanniana

Manca ormai poco al Natale, è bene quindi iniziare a pensare a quale albero sceglieremo quest’anno. Noi abbiamo già deciso: il nostro abete sarà sicuramente vero! 

In questo articolo ti parleremo di alberi di Natale veri, aiutandoti a capire come sceglierli, decorarli e curarli al meglio. 

Ti presenteremo una specie di abete che si presta molto bene alle festività natalizie: l’Abies Nordmanniana (o Abete del Caucaso). 

Perché scegliere un Albero di Natale vero

È più sostenibile per l’ambiente un albero di natale vero, oppure uno sintetico? 

Molti ritengono che un albero sintetico, venendo riutilizzato anno dopo anno, sia la soluzione più ecologica, ma le cose non stanno esattamente così. 

Le emissioni dovute alla produzione e lo smaltimento di un albero in plastica, sono 10 volte superiori a quelle di uno vero. Senza contare l’enorme impatto ambientale prodotto dagli alberi sintetici che spesso finiscono per essere smaltiti in maniera sbagliata. 

Gli alberi di Natale veri rispettano l’ambiente e vengono coltivati da vivai specializzati, muniti di apposite licenze. In questo modo, la coltivazione di abeti natalizi risulta sostenibile e nel rispetto del paesaggio. 

I nostri abeti della specie Abies Nordmanniana provengono esclusivamente da coltivazioni italiane  e, una volta terminata la “carriera” da alberi di Natale, possono anche essere ripiantati in parchi o giardini.

Che si tratti di Abies Nordmanniana o altra specie di abete, un albero di Natale vero è sicuramente più sostenibile rispetto ad un sintetico. 

È una creatura vivente che respira, assorbe anidride carbonica e rilascia ossigeno e olii essenziali che purificano e profumano l’ambiente domestico. 

Insomma, un albero di Natale vero è la scelta che fa bene all’ambiente e al nostro benessere.

Come scegliere un Albero di Natale vero

Indipendentemente dalla specie (ne esistono diverse in commercio), un albero di Natale vero dovrebbe rispondere ad alcune caratteristiche che ne denotano la buona qualità, elemento essenziale per permettere all’abete di sopravvivere in casa durante il periodo natalizio.

La garanzia sulla qualità è determinata dalla provenienza dell’albero, sulla quale bisogna prestare sempre molte attenzione. Ci raccomandiamo per questo di scegliere alberi di provenienza italiana, da preferire a quelli provenienti dall’estero.

Gli abeti italiani, infatti, vengono cavati e predisposti per la stagione natalizia a novembre, a ridosso del momento durante il quale saranno utilizzati. Gli abeti che provengono dall’estero invece, per ovvie ragioni di tempi e trasporti, vengono cavati in estate e conservati nelle celle frigorifere; ecco perché spesso, quando arrivano a noi, sono già rovinati, perdono continuamente aghi e tendono a seccarsi con estrema facilità.

In sintesi, facendo attenzione alla provenienza dell’albero e affidandoti a rivenditori specializzati, porterai a casa un albero di Natale  sano, capace di superare lo stress del rinvaso e adattarsi alle nuove condizioni climatiche.

Decorare un abete di Natale vero in casa

In casa, un abete vero rende l’ambiente immediatamente natalizio e, per decorarlo secondo la tradizione, ti consigliamo di utilizzare fili di luci LED, che producono pochissimo calore e non danneggiano l’albero. 

Decorazioni troppo pesanti rischiano di spezzare i rami dell’abete, quindi è bene scegliere addobbi leggeri e, possibilmente, preferire ornamenti sostenibili, come piccoli oggetti in legno. 

Infine, sconsigliamo l’utilizzo di spray coloranti o “effetto neve” perché le sostanze chimiche all’interno possono rovinare la pianta e rallentare la fotosintesi, portando l’abete a seccarsi più rapidamente. 

Curare l’abete di Natale in appartamento

Come è facile intuire, il clima caldo e secco di un appartamento riscaldato non è esattamente l’habitat preferito di un abete. Eppure, seguendo qualche piccolo consiglio e operando adeguati accorgimenti, possiamo garantirci durante tutto il periodo Natalizio un abete sano, verde e profumato, anche in casa. 

Per ridurre lo stress causato dagli sbalzi di temperatura e il passaggio all’interno, se ne hai la possibilità, puoi lasciare per qualche giorno la pianta in un ambiente non riscaldato, come una veranda. Così facendo, l’abete avrà il tempo di adattarsi gradualmente al nuovo habitat, prima di passare all’interno più caldo. 

Al momento di annaffiare il tuo abete, ricorda che le radici e il terriccio hanno bisogno di rimanere umidi. Per questo è meglio prediligere un vaso con i fori sul fondo che permetta un corretto drenaggio dell’acqua, evitando però il ristagno nel sottovaso. 

Per tenere in vaso il tuo albero di Natale della specie Nordmanniana, puoi utilizzare un terriccio torboso, ricco di nutrienti preziosi per l’abete.

Quanto dura un albero vero? 
Per una riuscita ottimale della pianta, il tempo ideale di permanenza in casa dovrebbe essere di 1 mese al massimo. Dopodiché, il tuo abete avrà bisogno di essere spostato in giardino o in terrazza.

La vita dell’albero oltre il Natale

Dopo il periodo in vaso, l’Abies Nordmanniana può essere messo a dimora in terra, nel giardino di casa quando le condizioni e lo spazio lo permettano.

In alternativa, gli abeti possono essere donati ad appositi centri di raccolta o smaltiti adeguatamente nelle isole ecologiche. 

Nella meravigliosa magia del ciclo naturale, dopo essere stati alberi di Natale, gli abeti saranno trasformati in cippato di legno o destinati al compost, utile alla crescita di nuove piante. 🌱

Abies Nordmanniana: identikit dell’albero

L’Abies Nordmanniana, la varietà di abete più bella per diventare il tuo prossimo albero di Natale, deve il suo nome al biologo finlandese Alexander von Nordmann che introdusse questa specie nei giardini botanici agli inizi dell’800.

È conosciuto anche come Abete del Caucaso perché originario delle zone nel bacino del Mar Nero, dalla Crimea al Caucaso; in età adulta, può raggiungere anche i 30 metri di altezza.

Per diventare alberi di Natale, questi abeti vengono coltivati fino a raggiungere le misure ideali che variano dagli 80 cm ai 2,5 metri di altezza. 

L’Abies Nordmanniana si presta ad essere un eccellente albero di Natale per diverse ragioni, prima tra tutte è che a differenza di altri abeti, non perde aghi!

Questa pianta ha infatti aghi molto morbidi, con tonalità che vanno dal verde della parte superiore, al grigio di quella inferiore. A differenza di altre tipologie di abete, questa specie difficilmente perde aghi, anche quando dovesse disseccare. 

Per sua natura, ha una portamento piramidale regolare e, per conferire all’Abies Normanniana la classica forma conica, i coltivatori nazionali spuntano leggermente la pianta, preparandola appositamente per il Natale. 

Il gradevolissimo e fresco profumo che l’abete di tipo Nordmanniana rilascia nell’ambiente renderà l’atmosfera natalizia ancora più magica. 

A questo punto, non ti resta che scegliere il tuo albero di Natale vero!

Da fine novembre, da Vivai Punto Verde troverai disponibili gli Alberi di Natale della specie Abies Nordmanniana in diverse grandezze, passa a trovarci! 

Ti aspettiamo! 🌲